Blitz slot machine tra San Giovanni gemini e cammarata

I Carabinieri della Compagnia di Cammarata hanno ispezionato alcuni bar e sale giochi a Cammarata e a San Giovanni Gemini, in collaborazione con personale dell’Agenzia dogane e monopoli. In alcune slot machine sono state rivenute delle schede madre illegali, capaci di interrompere il flusso telematico dei dati contabili, azzerando le vincite e generando un guadagno illecito per i titolari dei locali. Sono state sequestrate 6 slot machine, 12 schede madri, 6 antenne, 2 dispositivi di conversione, 4 telecomandi e circa 5.000 euro in monete da uno e due euro, somma ritenuta provento dell’attività illecita. I titolari di 4 bar e sale giochi e un titolare di una società concessionaria di fornitura e installazione di slot machines sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Agrigento per truffa aggravata a danno dello Stato, frode informatica, peculato e intercettazione, impedimento e interruzione illecita di comunicazioni informatiche e telematiche. Sono state inoltre elevate sanzioni amministrative per un totale di 300.000 euro. Si stima che il profitto illecito per ogni apparecchio, che sarà comunque successivamente quantificato mediante mirati accertamenti tributari, ammonti a circa 5.000 euro al giorno. Le verifiche proseguiranno con ulteriori accertamenti per quantificare il preciso ammontare del danno subito dallo Stato.