“La carica delle 104”, altri 40 rinvii a giudizio

Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Giuseppe Miceli ha disposto altri 40 rinvii a giudizio nell’ambito dell’inchiesta bis “La carica delle 104”, tra medici, affaristi e pazienti. Il beneficio previdenziale che sarebbe stato ottenuto in mancanza dei requisiti necessari, spesso con falsi certificati medici, e pagando una tangente. La prima udienza del processo è in calendario il 3 ottobre innanzi al giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Agata Anna Genna.

Disposto il rinvio a giudizio per: Antonio Alaimo, 61 anni di Favara; Pasqualino Messina, 56 anni di Cattolica Eraclea; Salvatore Russo, 44 anni di Agrigento; Alessandra Alfano, 45 anni di Agrigento; Giovanni Baio, 64 anni di Raffadali; Antonina Barbaro, 53 anni di Raffadali; Elisa Rita Capraro, 45 anni di Agrigento; Giusi Cardella, 46 anni di Raffadali; Dario Chriminisi, 42 anni di Agrigento; Serafina Cinquemani, 48 anni di Favara; Domenico Drago, 65 anni di Favara; Giovanna Failla, 53 anni di Favara; Maria Grazia Fanara, 45 anni di Favara; Rosaria Fanara, 44 anni di Favara; Anna Rita Consolo, 52 anni, di Siculiana; Eleonora Crapanzano, 48 anni di Favara; Nadia Gagliano, 48 anni di Siculiana; Rosario Marturana, 59 anni di Favara; Giovanna Montaperto, 62 anni di Agrigento; Lella Morreale, 58 anni di Agrigento; Giuseppa Moscato, 49 anni di Favara; Antonina Panarisi, 58 anni di Raffadali; Stefano Piazza, 39 anni di Favara; Giuseppina Parello, 43 anni di Favara; Giuseppina Pirrera, 53 anni di Favara; Anna Pullara, 45 anni di Favara; Antonio Ragusa, 55 anni di Raffadali; Riccardo Ragusa, 47 anni di Raffadali; Rossana Rampello, 43 anni di Raffadali; Maria Rizzo, 49 anni di Raffadali; Carlo Scibetta, 65 anni di Porto Empedocle; Carmelinda Sgarito, 46 anni di Favara; Maria Giovanna Varisano, 53 anni di Favara; Silvana Vita, 49 anni di Agrigento; Giuseppa Gallo, 69 anni di Naro; Paolo Santamaria, 67 anni di Aragona; Concetta Rubino, 59 anni di Palermo; Alfonso Russo, 73 anni di Aragona; Antonio Bosco, 69 anni di Favara; Antonia Matina, 65 anni di Favara, e Lorenzo Greco, 68 anni di Agrigento.
Per Giuseppa Costanza, 46 anni di Favara, e Maria Distefano, 48 anni di Agrigento, è stata disposta la prescrizione di tutti i reati contestati, mentre per Carmelina Chianetta, 47 anni di Favara, Alfonso Lo Zito, 63 anni di Agrigento, e Anna Maria Sammartino, 47 anni di Raffadali, è stata dichiarata la nullità della richiesta di rinvio a giudizio, per mancata notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *