Reparti ospedalieri chiusi? Zappia: “Proclami elettorali e procurato allarme”

Alcuni soggetti hanno diffuso notizie circa la chiusura di reparti ospedalieri e servizi sanitari agrigentini. Ebbene, replica oggi il Commissario dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, Mario Zappia, che afferma: “Alcune voci, diffuse anche a mezzo stampa, che paventano la chiusura di reparti ospedalieri e servizi sanitari aziendali, sono da considerare assolutamente infondate e fuorvianti, e vanno indubbiamente correlate alle imminenti elezioni Amministrative, periodo durante il quale alcuni gruppi o organizzazioni cercano una ribalta mediatica sollevando a turno strumentalmente il tema ‘disagio in ospedale’. Non prestiamo il fianco a giochetti strategici di questo genere. Affermazioni come queste, ipotizzando situazioni di criticità o, peggio, di rischio per l’utenza, suscitano ingiustificati timori nella collettività e si caratterizzano anche come azioni di procurato allarme. E’ relativamente facile puntare il dito su una struttura complessa come un ospedale che, innegabilmente, presenta alcuni punti deboli, ma l’interesse per la funzionalità dei nosocomi non va manifestato in maniera estemporanea o pretestuosa attraverso le vetrine dei giornali o delle tv, ma palesato con impegno nelle sedi collegiali opportune. In tale ambito la direzione dell’Azienda sanitaria sarà sempre pronta a recepire le proposte autentiche e la collaborazione disinteressata di tutti coloro che intendono davvero spendersi per migliorare la sanità agrigentina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *