Corruzione e non solo, chiesto il rinvio a giudizio di 18 imputati

La Procura di Trapani ha chiesto al Tribunale il rinvio a giudizio di 18 imputati nell’ambito dell’inchiesta sostenuta dalla Guardia di Finanza intitolata “Egadi”. L’indagine, il 17 luglio del 2020, sfociò negli arresti domiciliari, tra gli altri, per l’ex sindaco di Favignana-Isole Egadi, Giuseppe Pagoto, per l’allora comandante della Polizia municipale, Filippo Oliveri, e per l’ex vice sindaco Vincenzo Bevilacqua. Ai 18 si contestano, a vario titolo, le ipotesi di reato di corruzione, peculato, falso ideologico in atti pubblici, turbata libertà degli incanti e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, corruzione elettorale, abuso d’ufficio, e smaltimento illecito di rifiuti pericolosi. Truccati sarebbero stati anche gli accertamenti sulla salubrità dell’acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *