Hackerato il sito istituzionale del comune di Lampedusa

Scene da film porno anziché la pagina istituzionale. Sono state attivate le procedure necessarie a far luce sulla violazione dei contenuti del sito web del Comune di Lampedusa e Linosa, sul quale è apparsa la pubblicazione di un link che rimanda ad un sito con materiale video vietato ai minori. Si specifica che la gestione tecnica del sito è affidata ad una società esterna e che nessuno fra i dipendenti ed il personale del Comune è in possesso delle credenziali di accesso diretto al server: tutti i contenuti vengono inviati alla società che lo gestisce, che a sua volta provvede alla pubblicazione.

Il Comune di Lampedusa e Linosa si è attivato nelle sedi opportune per comprendere se vi siano state violazioni del sistema o azioni di hackeraggio, e avvierà ogni azione legale necessaria ad avere contezza del danno subito.

“Ribadendo che questa Amministrazione Comunale – dice il sindaco Totò Martello – non ha alcuna responsabilità, ci scusiamo comunque con la cittadinanza e con gli Utenti per l’accaduto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *