Scala dei turchi perizia sulla proprietà

Sarà una perizia a dirimere i contrasti tra pubblico e privato sulla proprietà di alcune parti della Scala dei Turchi a Realmonte. In particolare, se tali parti rientrano nel Demanio marittimo, o se davvero sono di proprietà del privato. Gli accertamenti tecnici, nel corso di un apposito incidente probatorio, dunque in presenza di tutte le parti in causa, è stato richiesto dal procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, e disposto dalla giudice per le indagini preliminari, Luisa Turco. Lo scorso 27 febbraio lo stesso procuratore Patronaggio ha posto sotto sequestro la zona, iscrivendo nel registro degli indagati il privato, ovvero Ferdinando Sciabarrà, 73 anni, al quale sono contestati i reati di occupazione e invasione del demanio pubblico, omesso collocamento di cartelli di pericolo, violazione del codice dei beni culturali e danneggiamento al patrimonio archeologico. La perizia servirà anche per accertare la veridicità dei documenti di proprietà vantati da Sciabarrà, difeso dall’avvocato Giuseppe Scozzari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *