Messina Denaro, perquisizioni a tappeto tra le province di Agrigento e Trapani

La Polizia di Stato è impegnata oggi nell’esecuzione di decine di perquisizioni in Sicilia alla ricerca del boss numero uno di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro, latitante dal 1993. Nei controlli, disposti dalla Procura antimafia di Palermo, sono impegnati circa 150 agenti delle Squadre Mobili di Palermo, Trapani e Agrigento, supportati dai colleghi del Servizio centrale operativo e dei Reparti prevenzione crimine di Sicilia e Calabria. Le perquisizioni sono scattate in particolare nei confronti di una serie di soggetti sospettati di essere fiancheggiatori di Messina Denaro, e di personaggi ritenuti contigui alle famiglie mafiose trapanesi e agrigentine. I poliziotti operano a Castelvetrano, Campobello di Mazara, Santa Ninfa, Partanna, Mazara del Vallo, Santa Margherita Belice e Roccamena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *