“Calcoli anzichè tumore”, chiesto rinvio a giudizio di quattro medici

Il pubblico ministero della Procura di Agrigento, Chiara Bisso, ha chiesto il rinvio a giudizio di quattro medici in servizio all’ospedale di Canicattì. Si tratta di Fabrizio Cremona, 35 anni, Antonio Limblici, 32 anni, Alfonso Maiorana, 67 anni, e Mauro Zanchi, 59 anni. I quattro sono imputati di omicidio colposo allorché, come denunciato dai familiari, non avrebbero diagnosticato un tumore a Febbronia Cirami, 69 anni, morta il 12 marzo del 2020. A lei furono invece diagnosticati dei calcoli alla cistifellea, e fu dimessa. Poi ha avvertito forti dolori addominali, ed è stata trasferita all’ospedale “San Giovanni di Dio” ad Agrigento dove, dopo alcuni giorni di coma, è deceduta. Prima udienza preliminare il 16 novembre innanzi al giudice per le udienze preliminari, Stefano Zammuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *