Raffadali, confiscati i beni di Giuseppe Vincenzo Terrazzino

La Polizia, su proposta del Questore di Agrigento, Maria Rosa Iraci, al Tribunale di Palermo, ha eseguito un decreto di confisca dei beni di Giuseppe Vincenzo Terrazzino, 56 anni, di Raffadali, per un valore di circa un milione e mezzo di euro. Le approfondite indagini patrimoniali svolte dall’Ufficio Misure di Prevenzione della Divisione Anticrimine di Agrigento hanno svelato la presunta sproporzione tra il rilevante patrimonio immobiliare e mobiliare posseduto da Terrazzino e la sua capacità di reddito, dimostrando che i beni raggiunti dal provvedimento di confisca sarebbero scaturiti da attività illecite. Sono stati confiscati 9 immobili siti a Raffadali e ad Agrigento, 23 rapporti bancari, polizze assicurative e rapporti di investimento, 3 tra auto e moto, 4 impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili ubicati a Raffadali. Terrazzino nel 2006 è stato condannato per usura, e nel 2013 è stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta anti-truffe all’Inail e all’Inps cosiddetta “Demetra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *