“Borgo Scala dei Turchi”, querela per non ancora avvenuto deposito motivazioni sentenza

Il ragioniere Gaetano Caristia, legale rappresentante della “Co.Ma.Er Immobiliare srl”, è stato condannato lo scorso 26 luglio 2018 dal Tribunale di Agrigento per il presunto reato di lottizzazione abusiva ed alcuni presunti abusi edilizi in relazione al Piano di lottizzazione cosiddetto “Borgo Scala dei Turchi” in contrada Canalotto a Realmonte. Ebbene, Caristia ha sporto querela, al Tribunale civile di Caltanissetta, contro il giudice del Tribunale di Agrigento che lo ha condannato perché, a distanza di 553 giorni, non ha ancora depositato le motivazioni della sentenza di condanna, nonostante sollecitazioni e diffide. Caristia, che ha contestualmente chiesto un risarcimento di 250mila euro, afferma: “E’ assolutamente inaccettabile che, a quasi due anni dalla lettura del dispositivo della sentenza, ad un onesto cittadino venga impedito di potersi difendere ed è altrettanto inammissibile che nessuna delle Istituzioni a cui ho segnalato questa ignobile vicenda si sia astenuta sino ad oggi dall’intervenire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *