Naro, arrestati due tutori di un giovane disabile presunti aguzzini

Due persone sono state arrestate a Naro, in provincia di Agrigento, per aver segregato in catene un disabile di 33 anni. Si tratta dei due tutori, due coniugi, dell’uomo, affetto da problemi psichici. I due coniugi sono gli zii del disabile. Lui è stato affidato a loro perchè anche la madre di lui soffre degli stessi problemi psichici.

L’inchiesta, condotta dai Carabinieri, è stata coordinata dal procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio e dalla sostituta Gloria Andreoli.

Gli investigatori hanno installato delle telecamere e, grazie a pedinamenti e intercettazioni, hanno ricostruito le giornate di orrore vissute dal disabile psichico, costretto legato con una catena al piede. Per i due tutori l’imputazione è di maltrattamenti e sequestro di persona.

La sindaca di Naro, Maria Grazia Brandara, commenta: “E’ una vergogna che ferisce la nostra comunità. Ho appena appreso la notizia dell’arresto di due coniugi accusati di avere tenuto incatenato un giovane disabile. Sono certa di parlare a nome di tutti i miei concittadini. Sono comportamenti inqualificabili, esecrabili e meschini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *