Empedoclino sorpreso in flagranza di furto di cavi di rame

I Carabinieri della stazione di Porto Empedocle hanno arrestato Calogero Trameli, 35 anni, sorpreso in flagranza di reato di furto di circa 220 chili di cavi di rame, all’interno di una nota azienda della città. Trameli si sarebbe arrampicato sulla recinzione dell’azienda, è entrato all’interno dello stabilimento produttivo, e con un grosso seghetto ha tagliato due grandi bobine di cavi di rame. Un impiegato dell’azienda si è accorto del furto in atto e ha telefonato al 112. Le pattuglie si sono precipitate sul posto. Trameli ha scavalcato la recinzione, ha tentato la fuga a piedi ma è stato inseguito e acciuffato dai militari. E’ ristretto ai domiciliari. Il seghetto è stato sequestrato. Le bobine sono state restituite alla proprietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *