Agrigento, processo “Giustizia privata” verso la requisitoria

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, innanzi alla giudice per le udienze preliminari del Tribunale, Luisa Turco, si è svolta un’altra udienza nell’ambito del processo preliminare a carico di quattro imputati, di Favara, di omicidio preterintenzionale nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Giustizia privata”, ruotante intorno alla morte di Bennardo Chiapparo, 68 anni, di Favara, deceduto il 10 febbraio del 2016 all’ospedale di Agrigento, dove il primo febbraio precedente è stato ricoverato. La giudice Turco, dopo essersi ritirata in camera di consiglio, ha dichiarato utilizzabili tutti gli atti presenti al proprio fascicolo, trattandosi di rito abbreviato, comprese recenti memorie difensive e consulenze di parte varie. Ed ha disposto il prossimo 1 aprile lo svolgimento della requisitoria del Pubblico Ministero e degli avvocati di parte civile Giuseppina Ganci e Francesco Gibilaro. Gli imputati invece sono assistiti dagli avvocati Salvatore Pennica e Alfonso Neri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *